Riviera dei Fiori e Costa Azzurra

dal 29 Giugno al 1 Luglio 2012
SpaziOso
BARZELLETTE
LIBRI
VIDEO MUSICA
FOTO DIGITALI

FOTO DIVERTENTI


CURIOSITA'
POKER
RICETTE
SARDEGNA
ZAGABRIA
BELGRADO
SARAGOZZA
LAGHI ALPINI
MADRID
BERNINA EXPRESS
TURCHIA
BUDAPEST
BOAVISTA
AMSTERDAM
SUDAFRICA
NAPOLI E DINTORNI
ISOLA DI MAFIA
VALENCIA
COSTA AZZURRA
ORTONA
NAMIBIA
OMAN e DUBAI
TIBET e CINA
ISOLE EOLIE
PRAGA
CAMBOGIA
SIVIGLIA
CRACOVIA
NEW YORK
MAROCCO
COPENAGHEN
SAN PIETROBURGO
ALBANIA
SANTORINI
RIGA
ZANZIBAR
ALTRI

Trecento chilometri percorsi in quattro ore, da Milano a Ventimiglia in macchina (in treno le stesse ore) per stare al mare e visitare tre località in Italia e due in Francia è stato grazie a San Pietro e San Paolo, il venerdì 29 giugno festivo ed il week end lungo. Grazie a S. Pietro, S. Paolo e S. Gino che è il mio marito. I santi si diventa e c’è speranza per tutti. Ringraziare a tutti è il mio primo piccolo passo verso la Santità.

Riviera dei Fiori

Sanremo è stata la nostra prima sosta, città del festival e dei fiori…per me l’ordine è questa, prima il festival. Il cinema – teatro Ariston dall’apparenza troppo “normale” ci ha spinti ad entrare dentro e chiedere se è il posto dove si svolge il festival. La zona pedonale è pavimentata con le scritte delle canzoni vincitrice, con i nomi degli interpreti e l’anno della vincita.

Vista dalla città vecchia su Sanremo Ci sarà, la canzone vincente di Albano e Romina del 1984 Una delle strade principali di Sanremo Chiesa ortodossa di Sanremo dove erano sepolti il re e la regina di Monte Negro

Al teatro Ariston siamo arrivati scendendo dalla città alta, molto carina e molto faticosa da scalare a mezzogiorno con più di trenta gradi e tremila gradini (esagero un po’), ma è valsa la pena. Tornando alla macchina parcheggiata vicino al Hotel Paris ci siamo accorti delle cupole della chiesa russa nascosta dietro l’albergo. A parte la bellezza architettonica, sotto la chiesa c’è la tomba del Re e della Regina Montenegrini di cui i corpi sono stati riportati in Monte Negro nel 1989.

Uno dei bellissimi edifici di Bordighera Limoni su un terrazzo Lqa foto con i fiori

Prima di arrivare a Ventimiglia dove abbiamo prenotato un b&b ci siamo fermati a Bordighera per un bagno in una spiaggia libera. C’è ne sono tante spiagge libere bene attrezzate e poco affollate, almeno noi le abbiamo trovate così. Anche qui, come a Sanremo e tutta la Riviera dei fiori, i colori ed i profumi non mancano. Ci si immerge in questo spazio tra cielo e mare con grande voglia di restare. Per il momento non posso, ma quando Gino andrà in pensione voglio trasferirmi al mare. Sono nata al mare e ci tornerò e come diceva una ragazza che ho conosciuto a Boavista “mi basta avere il mare davanti per sentirmi bene”.

B & B a Ventimiglia Una panoramica su Ventimiglia Ventimiglia di notte Illuminazione di una strada

La spiaggia Balzi Rossi, di quale ho letto su un forum quando cercavo la spiaggia più bella di Ventimiglia, non mi ha delusa. Si trova al confine con la Francia ed è bellissima, con tutti confort inclusi nell’alto prezzo, 30 euro a persona in prima fila. Avendo solo un giorno intero a disposizione e non avendo un ombrellone ci siamo concessi questo lusso.

La spiaggia di Balzi Rossi Lui Io

Montecarlo

Quando il sole ha perso la forza e noi l’abbiamo acquistata ci siamo diretti a Montecarlo. Tanti anni fa, più di venti, siamo stati là viaggiando il pullman verso Loret de Mar. Entrare in città già per se era emozionante per via dei palazzi alti che spuntavano da tutte le parti lungo la strada che portava verso il centro. Non era per niente facile per uno che per la prima volta in macchina dove affrontare le gallerie, rotonde, l’indicazioni stradali e sensi unici che portavano fuori città. Dopo qualche errore ci siamo trovati davanti al Casinò, era proprio il posto che cercavamo. Una breve visita del casinò per i turisti dove siamo già stati e poi una grande sorpresa; potevamo entrare anche in quello principale. Il barista del Casinò ci ha detto che è una cosa recente che lasciano entrare anche i turisti (anche con i pantaloncini corti!), l’ovvio segno di crisi. Non si possono fare le foto all’interno, ma vi assicuro che è splendido quanto fuori.

Montecarlo Un fiore davanti al casinò principale di Montecarlo Si arriva a casinò con una macchina come si deve, per esempio una Bentley

Nizza

Per concludere in bellezza la serata non si poteva fare di meglio che andare a Nizza. Nizza è una città vivace, piena di gente allegra e rilassata. L’aria che si respira là sa di libertà e gioia; basta esserci, apparire non conta. Nonostante numerosissimi ristoranti non è stato facile trovare un tavolo libero. Non credo di avere mai visto cosi tante persone in un luogo, ma questo casino era piacevole. Prima di andare via, volevo fare due passi sul lungomare. Quando ho visto la gente che faceva il bagno non ho resistito. Avevamo ancora i costumi da bagno addosso e ci siamo buttati nel mare. Guardavo la luna, le luci della città e cercavo di memorizzare ogni sensazione che provavo in questo momento, per poter averla per sempre.

Una fontana a Nizza Tramonto in piazza affollata Il lungo mare di Nizza con il famoso hotel Negresco Bagno notturno in centro della Nizza