Saragozza

Dal 26 al 29 Giugno 2009
SpaziOso
BARZELLETTE
LIBRI
VIDEO MUSICA
FOTO DIGITALI

FOTO DIVERTENTI


CURIOSITA'
POKER
RICETTE
SARDEGNA
ZAGABRIA
BELGRADO
SARAGOZZA
Centro
Expo
Ultimo giorno
Ponti
Monumenti
LAGHI ALPINI
MADRID
BERNINA EXPRESS
TURCHIA
BUDAPEST
BOAVISTA
AMSTERDAM
SUDAFRICA
NAPOLI E DINTORNI
ISOLA DI MAFIA
VALENCIA
COSTA AZZURRA
ORTONA
NAMIBIA
OMAN e DUBAI
TIBET e CINA
ISOLE EOLIE
PRAGA
CAMBOGIA
SIVIGLIA
CRACOVIA
NEW YORK
MAROCCO
COPENAGHEN
SAN PIETROBURGO
ALBANIA
SANTORINI
RIGA
ZANZIBAR
ALTRI
Come sono finita a Saragozza? Cercavo un posto dove trascorrere il week-and seguendo i due criteri: volo low-cost con la partenza "umana", non alle 6 di mattina che è l'orario più diffuso. Ho trovato il volo per Saragozza con Ryan Air al prezzo di 50 euro a persona, andata e ritorno, e la partenza alle 16 dall'aeroporto di Bergamo. Non ero proprio sicura dove si trova la città che ho scelto per il fine settimana e questo rendeva il viaggio ancora più eccitante.

Saragozza (originale Zaragoza) è in Spagna ed è il capoluogo aragonese con più di 600.000 abitanti. L'anno scorso ha ospitato l'EXPO sul tema dell'acqua. La città ha cambiato aspetto urbanistico con le costruzioni dei moderni palazzi e ponti. L'alta velocità la collega con Madrid e Barcellona che si raggiungono in un'ora ed un quarto. La città si sviluppa intorno al grande fiume Ebro che è attraversato dai numerosi ponti. Il più famoso è il ponte di pietra, costruito dai Romani e più volte ricostruito. Ha una splendida piazza (secondo un mio amico architetto è la piazza più bella che lui abbia visto ed è uno che ha viaggiato tanto), Plaza del Pilar dove si trova la Basilica de Nuestra Senora del Pilar che è la patrona di Saragozza. Il 12 ottobre si festeggia la Fiestas del Pilar.

Piazza del Pilar di Saragozza Monumento all'acqua nella Piazza del Pilar Nostro albergo Catalonia

La città è molto bella, facile da visitare a piedi, vivace, calda, piena di giovani che si sposano (matrimoni in ogni chiesa della città). Non mancano alberghi, ne locali notturni per passare la serata in allegria assaporando la famosa movida. La mia prima serata è stata da Montal, "un luogo da ricordare per sempre" (scritto sul biglietto da visita). Verissimo! Ho preso questo indirizzo da Internet, da un viaggiatore che l'ha consigliato per cena. Siccome si trovava vicino al nostro albergo ci siamo presentati verso le 21 davanti al ristorante che era chiuso e poi non sembrava neanche un ristorante. Mentre pensavamo cosa fare o dove andare è arrivata una coppia che ha suonato il campanello e la porta si è aperta. Hanno detto al cameriere che hanno prenotato e lui ha invitato ad entrare anche noi che eravamo senza prenotazione.

Ci siamo trovati in un ampio spazio con il soffitto molto alto dal quale pendevano i prosciutti. Sugli scaffali dei muri riposavano centinaia di bottiglie di vino, alcune impolverate, da collezionisti. Il cameriere ha detto che qui prenderemo l'aperitivo (vino) ed antipasti. Io e mio marito ci siamo guardati chiedendoci dove siamo? Dov'è il ristorante? Il posto era bellissimo ed eravamo solo all'aperitivo. La visita del piccolo museo sotterraneo ha preceduto la cena che è stata servita al primo piano. Nel frattempo è arrivata un'altra copia e cosi eravamo in sei.

L'aperitivo e primi piatti Vini di collezione Menu di Montal Ristorante al piano superiore

Il ristorante con pochi tavoli situati sulla balconata ci ha lasciati senza fiato. Davanti a noi c'era una perla aragonese, un palazzo antico risalente al XV secolo. La cena era squisita e non poteva finire senza un ottimo cognac spagnolo, il Magno. Il menu è fisso e il prezzo di 70 euro a persona molto ragionevole. A mezzanotte siamo usciti dal Montal, allegri e soddisfatti con la nostra prima serata a Saragozza che non poteva andare meglio di così.

Centro