Barzellette


SpaziOso

BARZELLETTE
Buon Sesso
Circolo Vizioso
Corrida
Soldati
Mogli e mariti
La morale
Carabinieri
Umorismo nero
Le bionde

LIBRI

VIDEO MUSICA

FOTO DIGITALI
FOTO DIVERTENTI

CURIOSITA'

POKER

RICETTE

GOSSIP

SARDEGNA
ZAGABRIA
BELGRADO
SARAGOZZA
LAGHI ALPINI
MADRID
BERNINA EXPRESS
TURCHIA
BUDAPEST
BOAVISTA
AMSTERDAM
SUDAFRICA
NAPOLI E DINTORNI
ISOLA DI MAFIA
VALENCIA
COSTA AZZURRA
ORTONA
NAMIBIA
OMAN e DUBAI
TIBET e CINA
ISOLE EOLIE
PRAGA
CAMBOGIA
SIVIGLIA
CRACOVIA

ALTRI

Furbacchione

In un compartimento di un treno che andava da Bologna a Firenze erano seduti, da un lato un ufficiale ed un soldato semplice, mentre dall'altro lato c'era una signora con la sua figlia diciottenne. La ragazza era molto carina, con un bel e ricco decoltè ed una gonna abbastanza corta per far vedere un bel paio di gambe.

Il treno andava è spesso entrava nelle gallerie, molto diffuse su questo tratto appenninico. Ad un certo punto, mentre il treno era in una galleria lunga, si è spenta la luce e non si vedeva più niente. Dopo qualche attimo si sente all'improvviso un grido della ragazza e subito dopo un forte schiaffo. Mezzo minuto dopo, il treno esce alla luce del sole e nell'compartimento si vede la ragazza che si sistema gli abiti e la faccia sconsolata dell'ufficiale con un'impronta delle dita dovuta allo schiaffo ricevuto.

La mamma della ragazza pensa:
- Ma come è brava la mia ragazza. L'ufficiale ci ha provato e lei gli ha dato uno schiaffo.
La ragazza pensa:
- Meno male che c'è mamma con me che mi ha protetto da questo maiale dell'ufficiale.
Pensa l'ufficiale:
- Ma che disgrazia e vergogna; il soldato tocca la ragazza e io prendo lo schiaffo.
E con un sorriso sulle labbra, molto soddisfatto, il soldato pensa:
- Ho palpato proprio bene la ragazza e ho dato anche un bel schiaffo all'ufficiale. Se lo meritava proprio dopo la punizione che mi ha inflitto la settimana scorsa perché sono tornato tardi in caserma.

Logica

Un soldato semplice si trova davanti ad una commissione che cerca le risorse per le unità speciali. Tra loro si trova anche un psicologo che si deve esprimere sullo stato mentale dei candidati. Lo psicologo si rivolge al soldato e gli dice:
- Ipotizziamo che tu ti trovi in una battaglia e che ad un certo punto un proiettile ti stacchi un orecchio. Come ti senti?
Soldato pensa profondamente per un minuto e risponde:
- Non vedo ad un occhio.
Lo psicologo rimane a bocca aperta, non credendo che uno possa dare una risposta di genere. Pensandoci un attimo, decide di proseguire sempre sulla stessa linea e fa la seconda domanda:
- Va bene. Allora ipotizziamo che due minuti dopo un altro proiettile ti stacca anche il secondo orecchio. Cosa senti?
Il soldato, senza pensare nemmeno, dice:
- A questo punto non vedo proprio.
- Ma cosa dici? Ti sono staccate le orecchie e tu non vedi. Ma come mai?
- Mi è caduto il berretto sugli occhi.

Mogli e mariti